browser strangeness aka la miniera d’oro degli hack CSS

Questa pagina inestimabile, che elenca ogni tipologia di hack CSS per ogni tipo di combinazione di browser immaginabile, e che mostra anche quali vengono applicati dal browser con cui si sta visitando la pagina, creata da Jeff Clayton, è un bookmark obbligatorio ed una risorsa di riferimento quando serve un hack CSS, punto.

http://browserstrangeness.bitbucket.org/css_hacks.html

Generatore di numeri di carta di credito validi per Luhn, per BIN arbitrari

Se gestisci una pagina che processa pagamenti, saprai già che la nuova serie-2 di BIN per MasterCard è in dirittura di arrivo, e avere delle carte di prova da usare con i validatori è sempre utile per controllare che l’aggiornamento del front end sta andando bene, ma dove trovarle? Ci sono molti siti web che forniscono dei generatori produrre numeri di … Continua la lettura di Generatore di numeri di carta di credito validi per Luhn, per BIN arbitrari

Attento al dollaro mentre debugghi, jQuery vs Command Line API

La ragione numero uno per cui jQuery è la libreria front end più amata di internet è la comoda API per selezionare elementi del DOM, che permette di usare la sintassi CSS per interagire con gli elementi della pagina, e l’altro fattore che va a braccetto è l’alias $ (dollaro) che è era univoco e succinto abbastanza … Continua la lettura di Attento al dollaro mentre debugghi, jQuery vs Command Line API

Mail causa di consumo eccessivo di CPU e batteria su Mac OSX

Questo è un periodo strano nel mondo della tecnologia, mentre tutto il mondo parla della necessità di essere più green, di risparmiare energia scollegando i dispositivi domestici quando non sono in uso perché quella piccola luce LED moltiplicata per milioni di utenti costa molta energia, sembra invece che i produttori di hardware, gli sviluppatori software, … Continua la lettura di Mail causa di consumo eccessivo di CPU e batteria su Mac OSX

DCMprovider, Galleria e prosciugamento della batteria su Samsung Galaxy Note 4

Sono un utente Note dal 2012 quando passai da iPhone 3GS al Note 2, è ho trovato fantastica l’esperienza d’uso della S Pen da allora, motivo per cui sono rimasto fedele a questa linea fino al Note 4, ma un aspetto che è purtroppo costantemente peggiorato dopo ogni aggiornamento software è la quantità di bloatware con conseguenti … Continua la lettura di DCMprovider, Galleria e prosciugamento della batteria su Samsung Galaxy Note 4

Scam di China Registry, perché è stupido e puoi ignorarlo

Sei qui per lo stesso motivo per cui ho dovuto cercarli su google la scorsa settimana, tale “Domain Registration Service company in China” millanta che qualcuno vuole registrare le tue keyword ed il tuo dominio con dei TLD cinesi, sollecitandoti a mettere a conoscenza il CEO. Perché è stupido Perché l’ho ricevuta io, e vorrebbero usare “simonerescio” come business keyword in Cina? Veramente? … Continua la lettura di Scam di China Registry, perché è stupido e puoi ignorarlo

Git – How to unfuck di Melanie G. A. PATRICK

Un veloce prontuario per scrostare i commit su git quando le cose vanno particolarmente male, di Melanie G. A. PATRICK dal team di Trivago

Un’altro appunto che aggiungerei, sperimentato oggi sulla mia pelle, è come funziona il comando fetch.

Diciamo che hai creato dei nuovi tag su BitBucket/Stash/TuoGitRepositoryPrescelto e ora vuoi fare checkout locale di uno di questi nuovi tag. Potresti pensare che lanciando un “git fetch” venga aggiornato tutto, provi a fare checkout del tag ma l’operazione fallisce.

A quanto pare se vuoi che i tag siano aggiornati, li dovrai chiedere esplicitamente :

git fetch --tags

Prima della versione 2 di git, il comando fetch aggiornava solo i branch mentre includendo l’opzione –tags aggiornava solo i tags, dalla versione 2 in poi quando l’opzione è inclusa vengono aggiornati i tags e i branch locali, allineando il workspace locale con il repository remoto.

Come abilitare gratuitamente HTTPS per sito su hosting condiviso

Iniziamo con una doverosa premessa: nessuna misura di sicurezza è infallibile nel caso specifico la “s” affissa alla fine del protocollo HTTP che, si, sta per “sicuro“, andrebbe sempre letta come “più sicuro“. Probabilmente avrai sentito del bug Heartbleed balzato agli onori delle cronache nel 2014, ecco nonostante tale problematica sulle versioni più vecchie del protocollo TLS, … Continua la lettura di Come abilitare gratuitamente HTTPS per sito su hosting condiviso

Spell aggiornata con supporto dell’alfabeto greco

Con la versione di Spell 1.4.0 rilasciata oggi sul Google PlayStore ho introdotto il supporto per la compitazione dei caratteri che compongono l’alfabeto greco, largamente usato nelle notazioni matematiche e scientifiche. La guida di riferimento è stata al solito la tabella Unicode ufficiale dei caratteri greci, negli intervalli decimali u0391-u03a9 per le lettere maiuscole, u03b1-u03c9 per le minuscole, u0375-u03ce per le … Continua la lettura di Spell aggiornata con supporto dell’alfabeto greco

Non hai frainteso le closure e lo scope delle variabili, il debugger di Chrome ti trolla

Supponiamo di dover aggiungere una nuova funzionalità ad un modulo relativamente complesso già esistente, al suo interno troveremo già dichiarate diverse variabili locali come dipendenze esterne e degli alias per percorsi di oggetti particolarmente verbosi. Tendenzialmente l’approccio che uso quando devo esplorare un componente o un flusso nuovo è quello di impostare un breakpoint nel … Continua la lettura di Non hai frainteso le closure e lo scope delle variabili, il debugger di Chrome ti trolla